domenica 15 novembre 2009

Happy Diwali a tutti!

Se c'è una cosa che amo di New York è il fatto di essere una città multi-etnica. Se faccio i conti, tra le 3 case in cui ho abitato in 8 mesi, solo nella prima abitavo con delle Americane, per il resto Turchi, Ghanesi e Indiani. Nel laboratorio dove lavoro alla Columbia, su 20 persone, al massimo 4 avranno il passaporto USA. Per certi versi a volte è difficile entrare a far parte del loro 'mondo'. Spesso tendono a formarsi gruppi tra persone della stessa nazionalità. Nel mio laboratorio, gli indiani fanno pausa pranzo tra di loro, gli italiani tra di loro.... i cinesi mangiano ognuno per i fatti loro :)

Ma tornando al titolo del post, ieri con il mio coinquilino indiano, siamo andati ad una festa indiana alla Columbia. La festa si chiama Diwali. Vi risparmio tutta la storia di re che vanno in esilio e poi tornano.... sta di fatto che si fa festa! Tra l'altro, i gianisti (non chiedetemi chi siano!) festeggiano anche l'inizio del nuovo anno. Insomma, in India ognuno la festeggia a suo modo e per un suo motivo. La festa è stata organizzata abbastanza bene, abiti tradizionali e cena indiana. Ottima! Peccato solo che era tutto vegetariano.

Cmq questo è stato il mio unico momento di relax delle ultime settimane. Non lo reggo più questo ritmo. Venerdì ho avuto il solito tremendo meeting con Steve concluso con una lista infinita di cose da fare entro martedì.

Per il resto, la scorsa settimana ho avuto dei problemi con la mia tessera magnetica della Columbia e sono dovuto andare dalla responsabile che si occupa di queste cose. Alla fine mi ha invitato ad andare a casa sua per la festa del ringraziamento. Dice che ogni anno lei invita dei dottorandi a casa sua. Bé, sarebbe un modo per vedere come gli americani festeggiano. Però mi sa che opto per festeggiarlo con persone che conosco, anche perchè sarà 4 giorni prima della mia partenza, momento dei saluti!

By the way, questa settimana vado a salutare le mie prime coinquiline. Mi hanno invitato a casa loro per un bicchiere di vino. Così sono entrato nel primo negozio di liquori dell'harlem e che mi trovo? 'La segreta'! Mi sento già a casa!
-15
Ciao

2 commenti: