venerdì 28 agosto 2009

La mia risposta definitiva

OK, deciso: si torna a casa senza phd alla Columbia.
Voglio avere la possibilità di provare altre strade in Italia, poi c'è sempre tempo per pentirsene della scelta fatta :) Se così sarà, vuol dire che riproverò a farmi accettare un phd negli USA, la prossima volta però magari all'MIT.
Mi rimane sempre la soddisfazione che il mio lavoro è stato bene accettato e che tornerò in Italia con una bella pubblicazione (se tutto va bene). A detta di Steve, ho sviluppato i miglior codici di comunicazione che esistano al momento.
La scadenza per l'articolo è il 7 dicembre. Si tratta di "The 16th IEEE International Symposium on Asynchronous Circuits and Systems" che si terrà tra il 3 e il 6 maggio a Grenoble, in Francia.
Questo mi ha portato a dover prolungare il mio periodo qua fino alla fine di Novembre.

Per il resto, finalmente ho trovato casa. Non che sia poi tanto soddisfatto ma non ho trovato di meglio. Il doppio più lontana da dove sto ora (ma si arriva sempre a piedi alla Columbia), affitto di $950 ($50 in più di dove sto ora) e, cosa peggiore, starò con il proprietario di casa.

Domani si parte per Indianapolis. In tarda mattinata, dopo che Alessandro avrà finito il suo meeting, si va a prendere la macchina noleggiata e poi si parte per le 12 ore di viaggio.
Torno lunedì, scriverò per raccontarvi com'è andata.
Ciao!

mercoledì 26 agosto 2009

Il bivio

Dovrei essere contento e soddisfatto in questo periodo.
Invece mi ritrovo angustiato.
Steve mi ha proposto di fare il phd (dottorato) qua con lui.
La strada si divide. Da una parte un lavoro gratificante, uno stipendio più che buono, la possibilità di imparare bene l'inglese una volta per tutte, una carriera promettente, New York, la Columbia University, un lavoro che ti permette di gestire il tuo tempo (cioè lavorare poco).... dall'altra tutto ciò che mi è familiare, casa, famiglia, fidanzata, amici, barca, una vita più semplice ma con un lavoro sottopagato e supersfruttato.

Penso che rifiuterò andando contro tutti i consigli che ho ricevuto.
Intanto sto estendendo il visto per un altro mese. Torno a casa a fine Novembre.

domenica 23 agosto 2009

Donata a New York

Mi scuseranno i miei lettori se il mio ultimo post risale a 10 giorni fa ma sono stati 10 giorni intensi. Donata è stata qui e abbiamo fatto/visto in poco più di una settimana quello che io ho fatto/visto in 5 mesi.
Ho in mano un pizzino che abbiamo scritto mentre eravamo in metro per raggiungere l'aeroporto. Abbiamo cercato di trascrivere tutto quello che abbiamo fatto...

Sabato: Abbiamo deciso di iniziare la visita con la parte sud di Manhattan, ovvero Downtown. Prendiamo la linea 1 della metro e scendiamo al capolinea, "Battery Park". Primo impatto con i grattacieli che, insieme alla statua della libertà, sembrano dire "Benvenuti a Manhattan" a tutte le navi che entrano nella New York Bay. Da li vediamo da lontano "Lady Liberty" che si trova su una piccola isola a sud di Manhattan. Lasciamo il parco e ci addentriamo tra i grattacieli del Financial District. Passando per Wall Street, piccola stradina pedonale dove risiede la famosa borsa di New York, ci dirigiamo verso il Seaport. Li troviamo un ambiente stile porto antico con tanto di velieri ormeggiati e i grattacieli che fanno sempre da sfondo. Fa uno strano effetto. Continuiamo a camminare verso Ground Zero dove non c'è granchè da vedere se non con l'immaginazione... pensare alle torri più alte di NY che si trovavano li. Saliamo sempre più a nord e raggiungiamo China Town e Little Italy. Ormai i cinesi ci hanno invaso e la piccola Italia si è ridotta ad una piccola via, carina comunque. Ritorniamo un pò più a sud per percorrere il ponte di Brooklyn. Un fiume continuo di persone sul percorso pedonale, è una tappa obbligatoria e il panorama, una volta arrivati sulla sponda opposta del fiume, è spettacolare. Stanchissimi, prendiamo la metro che ci porta direttamente a casa.

Domenica: Si va in spiaggia, ma non una spiaggia qualunque, andiamo a Coney Island. Ho già scritto un post su questa famosissima spiaggia, così come su tutti gli altri posti che abbiamo visto del resto. Stiamo a prenderci il sole per un paio d'ore, bagno rinfrescante e poi passeggiata per il lungo mare. Torniamo a casa per prepararci per la sera. Dopo cena raggiungiamo 2 amici a Times Square. Andiamo a prenderci una birra al Planet Hollywood.

Lunedì: Sempre a Manhattan, questa volta in giro per Midtown. Scendiamo dalla metro alla fermata sul Madison Square Garden. Decidiamo di fare la visita guidata, che io non avevo mai fatto. Mi piacerebbe andare a vedere una partita dell'NBA. Intanto mi accontento della visita, è stata interessante. Durata 1 ora, in cui abbiamo visitato gli spogliatoi, l'arena principale e le cabine vip. Uscendo, basta attraversare l'angolo per entrare in uno dei megastore Macy's. Occupa un blocco intero di edifici dal piano terra fino al... noi siamo arrivati al settimo, poi siamo scesi :) La zona è quella dellEmpire che si vede da ogni angolo di strada, ma quando si è proprio ai suoi piedi e si sta con la testa alzata, fa tutta un'altra impressione. Qualche blocco più a sud, andiamo a vedere il Flatiron Building, famosissimo a forma di triangolo. Raggiungiamo la costa est di Manhattan per andare a vedere il palazzo di vetro, ovvero le Nazioni Unite. Di passaggio, possiamo ammirare il Chrysler Building. All'ONU ci rimango un pò male perchè tutte le aste erano senza bandiere... che l'hanno portate a lavare? L'orario di visita era terminato quindi non abbiamo potuto verificare se le bandiere si trovavano dall'altra parte dell'edificio. E' tardi pomeriggio, orario perfetto per salire sul Rockefeller. La vista è mozzafiato, si vede tutto Central Park dalla parte nord e tutto il resto di Manhattan dalla parte sud con l'Empire che svetta in mezzo a tutti gli altri grattacieli. Si torna a casa per cambiarci e la sera andiamo a cena al Corner Bistro. Molto famoso a New York per i suoi piatti tipici Americani, cioè Hamburger! Non è il miglior Hamburger che io abbia mangiato a NY ma sicuramente è il più conveniente: $30 per 2 Bistro Burger e 2 birre alla spina.

Martedì: Decidiamo di dedicare la giornata allo shopping. Spendiamo quasi 3 ore per trovare Abercrombie, perchè le indicazioni che dava google maps erano sbagliate. Alla fine era 5km più a nord. Per chi non lo conoscesse (come me) è una marca di abbigliamento molto famosa nel mondo. Ci giriamo il negozio nei suoi 4 piani per 2 ore. Lasciamo alla cassa $260 :s Uscendo entriamo in un negozio di souvenirs, anzi 'gifts'. Abbiamo un pò di tempo prima che arrivi ora di cena e decidiamo di andare a Central Park. Entriamo sulla 72nd dove si trova il Dakota Building, dove abitava John Lennon. Appena dentro Central Park si trova un mosaico in sua memoria, lo Strawberry Fields. Facciamo un giro attorno al vicino lago dove è possibile affittare la classica barca a remi e torniamo a casa.

Mercoledì: Ho il meeting con Steve quindi non andiamo in giro. Facciamo solo una visita alla Columbia University per pranzo dove prendiamo il 'Chicken and Rice' dal tizio nel gabbiotto che fa hot dog proprio davanti la Columbia. Poi torniamo a casa perchè avevo un pò da lavorare prima del meeting. L'incontro con Steve è stato un pò sconvolgente, mi ha proposto di fare il dottorato qua con lui. E' una grandissima soddisfazione ma non mi vedo a vivere qua per i prossimi 5 anni. La sera andiamo a mangiare vicino casa, al PourHouse su Amsterdam. Prendiamo il CheeSteak, buonissimo.

Giovedì: E' stata la giornata riservata per la visita alla Statua della Libertà. Andiamo a prendere il traghetto che parte dal Battery Park. Andiamo su Liberty Island e poi su Ellis Island. Va via tutto il giorno, di cui metà in fila per passare tutti i controlli di sicurezza. La sera torniamo a Times Square, questa volta andiamo all'Hard Rock. Il locale è fantastico, e anche i drink non sono niente male.

Venerdì: prendiamo in affitto le bici. Le prenotiamo su internet così risparmiamo il 50%, costandoci $16 per un'ora. Partiamo dall'estremo sud (Columbus Circle) e raggiungiamo il grande lago che si trova nella parte nord del parco. Passiamo dal laghetto dove ci sono tutti i modellini di barche a vela, un altro giro nel lago con le barche a remi e si torna a consegnare le bici. A seguire andiamo al Natural History Museum. Qua, non ho capito come, ho pagato solo $2 invece che $28. Quello che so è che la cassiera non aveva il resto di $100 e così mi ha detto lascia un'offerta e ti faccio entrare :) Devo ammettere che spesso i musei mi annoiano abbastanza, ma questo è affascinante davvero. Vedere tutti gli animali strani che ci sono in natura, tutti i paesaggi, gli scheletri dei dinosauri... è stato interessante. La sera andiamo a farci una passeggiata per l'East Village.

Sabato: Andiamo a Ground Zero perchè volevamo andare a fare un salto ad un grandissimo centro commerciale, il 21th Century. Troppo grande, troppa confusione, troppi vestiti... qua in America il troppo va di moda. Conclusione: non compriamo niente. Torniamo a Times Square dove prendiamo il bus per attraversare il Lincoln Tunnel e raggiungere il New Jersey, dove c'è il panorama più spettacolare che si possa avere dei grattacieli di New York. La sera andiamo a cena da Sezz Medì, proprio sotto casa mia. Mangiamo dei buonissimi ravioli con zucca, noci e non so cos'altro.

Questo è solo un piccolo riassunto, altrimenti avrei scritto il triplo per ogni giorno trascorso. Il tempo è volato, ciò vuol dire che sono stato bene e mi sono divertito. Insomma, ho trascorso 10 di quei giorni che si ricordano per tutta la vita!

Alcune delle foto sono sul mio Facebook:
Foto su Facebook

giovedì 13 agosto 2009

Un pò di nostalgia?

Sono passati esattamente 4 mesi e 10 giorni da quando ho messo piede a New York. Domani è ferragosto e Porto Palo è insostituibile la notte del 14.
Direi che posso anche lasciarmi andare ad un pò di nostalgia di casa. Dove per casa intendo casa, famiglia, amici, mare, barca...
Se fossi in Italia, in questo momento, starei ad organizzarmi con gli amici su come passare la notte... sempre i soliti problemi... dove fare il falò? come portare la legna? come occupare il posto? chi fa la spesa?
......
E invece? Sono qua a NY e i miei pensieri sono: domani sveglia presto la mattina per la partita a calcetto al Riverside Park, torno a casa, doccia, pranzo, bucato e si va in aeroporto... arriva Donata! A seguire mi aspettano 10 giorni da turista che è da un pò che non lo faccio più. Quindi ritorno sulla Statua della Libertà con la speranza che questa volta non piova, saliremo sul Rockefeller Center che non è alto quanto l'Empire (dove sono già stato) ma ha pur sempre i suoi 70 piani, Central Park, Wall Street, Ground zero, Times Square, Brooklyn Bridge, New Jersey, Coney Island...
Donata torna in Italia il 23, giusto il tempo per organizzarmi per la mia partenza il 28. Si va ad Indianapolis. Si, proprio così, Indianapolis nello stato dell'Indiana, dove il 30 Agosto c'è la moto gp. E qua devo ringraziare Marco per avermi procurato i pass paddock, da vip :)! Andiamo io e Alessandro, macchina a noleggio e siamo pronti a percorrere i 1200km attraverso gli stati del New Jersey e dell'Ohio che separano New York e Indiana. Ah, passiamo anche da Springfield dove spero di fare un salto da Boe :)

Cmq vi racconterò tutto man mano che le vicende accadono.
Che dicevo all'inizio del post? Nostalgia? ahahah
Buon ferragosto a tutti! Ci rivediamo l'anno prossimo per il solito falò!

domenica 9 agosto 2009

AAA cercasi casa

Sono alla ricerca della mia terza dimora a NY. Devo lasciare questa in cui sono a fine Agosto. Questa volta sarà ancora più difficile perché a Settembre tutti cercano di affittare la casa per tutto l'anno. Infatti ieri ho trovato un solo annuncio, ho mandato un'email ma non mi hanno risposto. Speriamo bene! Intanto il problema topi in questa casa continua. Dopo i 3 catturati in cucina...
Ieri sera ero comodamente coricato nel mio letto quando, con la coda dell'occhio, vedo muoversi qualcosa nel pavimento. Il tempo di mettere a fuoco e vedo un topo che si nasconde dietro un tubo. Non ci credevo... il quarto in poco più di 2 mesi. E questo proprio in camera mia!
Mi alzo e controllo se ci fosse un buco nel tubo, con la speranza che il topo fosse rientrato li dentro. Effettivamente il buco c'era ma non nel tubo. In pratica i grandi muratori che hanno costruito questa casa hanno fatto un buco nel parquet per far passare questo tubo (che poi non ho capito neanche a che serva) e hanno preso male le misure... perché il buco sul pavimento è più grande del tubo stesso. Ora, a parte l'incompetenza dei muratori, ma è possibile che ci siano i topi sotto il pavimento? Sono anche a quinto piano!
Morale della favola, mi sono armato di giornali, cartone e taglierino per tappare il buco (vedi foto).

sabato 8 agosto 2009

Italy is cool

Ecco l'idea che gli Americani hanno di noi... ahahah

mercoledì 5 agosto 2009

Inizio tesi... e laurea a Febbraio (?)

"I believe this is a contribution for the research and I argue that it could be published!"

...l'unica frase di Steve che ricordo delle 2 ore di meeting avute oggi.
Penso che ora posso dire di avere un argomento per la mia tesi!
Per gli addetti ai lavori, in pratica ho sviluppato un nuovo "delay-insensitive" codice di comunicazione che permette di codificare 5 bit dati in 8 canali binari. Comunque, pensiamo di poter fare ancora meglio.

Intanto ho visto le date delle sessioni di laurea.
Non esiste una sessione di Dicembre, come io credevo (o forse speravo), ma bensì una di Novembre. E, come se non bastasse, la sessione di Novembre è dal 2 al 6. Ciò significa che dovrei presentare la domanda il 15 di Ottobre. Ora ci sono 2 grandi problemi:
1) il mio contratto qua scade a fine Ottobre
2) non so se riuscirei mai a finire di scrivere la mia tesi per metà Ottobre (ho appena iniziato!)

Intanto, per avere le idee più chiare, ho mandato un'email alla segreteria del Poli chiedendo se posso far presentare la domanda ad un mio collega. Così risolverei il primo problema, e cioè che dovrei stare qui fino a fine Ottobre.

L'appello successivo sarebbe a Febbraio, dall'1 al 5. Non che io abbia fretta di laurearmi, però questo mi costerebbe l'iscrizione all'anno accademico 2009/2010 che eviterei se mi laureassi a Novembre. 300 euro.

Questa è la situazione. Vedremo come procedono le cose!
Ciao!

PS: Sto continuando a caricare le mie foto su Fotolia, sono arrivato a 60. Ne ho anche vendute 3 :) per la stratosferica cifra di 2,45 euro :D ...arriveranno tempi migliori! Ho messo il link al mio album completo e alle diverse mie raccolte (New York, parco...) nel banner sulla destra sotto la voce "Portfolio Fotolia".