mercoledì 29 luglio 2009

Meteorologia estiva a New York

Non è possibile che non passa settimana senza che non piova almeno un giorno. Oggi tempesta, dalla mattina alla sera. E le previsioni assicurano cattivo tempo anche per domani. Spero che almeno nel weekend ritorni il sole. Prima di venire qui a New York, tutte le persone, che c'erano già state durante l'estate, mi dicevano: "C'è troppo caldo a Manhattan nei mesi estivi". Ora, forse è perché io sono abituato a passarmi le estati nell'afosa Siciliafrica, ma qua devo dire che la temperatura è sopportabilissima, non è mai salita sopra i 26°. Altro principio a cui sono sempre stato abituato nella mia Siciliafrica è che "d'inverno ci sono le brutte giornate piovose e d'estate sempre cielo sereno". Semplice e diretto come concetto: pioggia d'inverno, sole d'estate. A New York invece esci la mattina con il sole e torni la sera sotto un acquazzone (la rima non è stata ricercata).

Cmq, è stato un motivo in più per rimanere a casa oggi. E, se continua così, ci rimango anche domani. Vi chiederete: perché quali sono gli altri motivi? Sono un pò raffreddato e sti Americani hanno il brutto vizio di sparare al massimo l'aria fredda. Sono sempre esagerati, è nella loro natura. Così, nei negozi o uffici, durante l'estate, c'è più freddo che durante l'inverno. Non manca di vedere nel mio lab gente con maglioni o copertine... assurdo! Il consumismo!
A parte questo, se c'è una cosa che mi piace di questo lavoro è proprio che non hai orari e difficilmente si può fare una valutazione oggettiva di quanto si lavori. Se qualcosa pensavi di farla in 2 giorni e invece l'hai finita in 1... ecco un bel giorno di ferie guadagnato :) senza neanche aver dovuto chiedere il permesso!
Ora non pensate che non sto facendo niente qua, oggi ho lavorato tutto il giorno da casa. Ad ogni modo, ho l'impressione che tornerò in Italia senza una tesi. Steve mi propone sempre problemi che non hanno soluzioni... o forse io non le trovo :s

Continuo nella mia ricerca!
Ciao.

2 commenti:

  1. riguardo al tempo ti capisco benissimo,cmq almeno a dublino s sà che è cosi....ma a NY decisamente no...sei un pò sfortunato devo dire....:-)...,e questa cavolo di tesi la vuoi finire...mannaggia....dai che a natale organizziamo una bella vacanza....:-)....

    RispondiElimina
  2. In quei giorni ero lì anche io!
    Acquazzoni da doversi togliere l acqua delle scarpe!
    Tom

    RispondiElimina