giovedì 18 giugno 2009

I taxi gialli (cabs) di New York

La "Yellow Taxicab Co." fù fondata a New York il 3 Aprile 1912.
Il colore (e il nome) giallo fù selezionato dal risultato di un sondaggio dell'Università di Chicago che indicò quel colore come il più facile da individuare.

Oggi sono più di 12000 i taxi a New York.
Hanno tutti il tassametro. La base è $2.50, a cui si aggiungono 50 cent ogni quarto di miglio, ovvero ogni circa 400 metri, oppure 20 cent per ogni minuto bloccati nel traffico. "Non dimenticare mai la mancia" mi è stato sempre detto. Vorrei ben capire cosa succede se non la lascio... mi sequestrano? Nel dubbio io prendo la metro :)

Se la luce sul tetto del cab è accesa vuol dire che è libero.
Dovrebbero portarti ovunque a New York ma se devi andare nel Bronx, magari anche nel mezzo della notte, sarà più difficile trovarne uno disposto a farlo.

Chiamare un taxi è semplicissimo: basta alzare il braccio. Entro 2 minuti lo vedrai arrivare. E non importa se si trova nella corsia opposta o se per raggiungerti deve tagliare la strada ad un flusso continuo di auto, qua siamo nel paese dove la competizione regna sovrana!

Quando sono arrivato con le mie due pesantissime valigie a carico, ho preso un taxi. Tanto per iniziare il tassista non mi voleva portare dove chiedevo perché io, da buon Italiano, mi ero annotato via e numero civico. Cosa che qua non va tanto di moda, preferiscono sapere gli incroci (e.g. 122nd and Amsterdam) oppure la via tra due incroci (e.g. 122nd between Amsterdam and Broadway). Effettivamente non aveva tutti i torti visto che Broadway attraversa interamente Manhattan da Downtown ad Uptown, mettersi a guardare il numero civico non sarebbe stato tanto facile. Comunque gli spiego dove si trova e andiamo. Appena arrivato, scendo dalla macchina e lascio lo sportello aperto mentre vado a prendere le valigie dal cofano. Appena il tempo di prendere le valigie che il tassista riparte. Veramente molto abile perché con 2 nette accelerazioni riesce anche a chiudere lo sportello in corsa!

A mio parere il taxi conviene solo quando si è almeno in 3 a prenderlo, altrimenti la metropolitana rimane sempre il mio mezzo preferito.

PS: Oggi ha piovuto quasi tutto il giorno a NY e non sono andato alla Columbia. Per domani è stata annullata la partita di calcetto perchè eravamo in pochi. Nel pomeriggio invece ho il meeting con Weiwei.

PPS: Ho comprato una macchina fotografica un pò più seria, la Canon 500d (o T1i come la chiamano qua). Ho appena iniziato a leggere il manuale e a fare le prime foto. Nella foto del taxi in questo post volevo riprodurre un pò l'effetto della velocità con cui sfrecciano tra le vie. Il mio risultato è leggermente diverso da quello che c'è nel manuale :) ma migliorerò!

3 commenti:

  1. Ancora i miei migliori complimenti per il suo blog! E i miei più sentiti auguri per la nuova piccola canon.. kissà che magari riusciamo a farle incontrare a new york lei e la mia piccola 450d :)
    cià marchetto!

    RispondiElimina
  2. Grazie, grazie!
    Oggi mi sono comprato e sto già leggendo "Digital Photograohy Book" di Kelby.
    See u soon in NYC
    Marco

    RispondiElimina