martedì 30 giugno 2009

Forse devo fare una tesi?

Sto pensando: "ricordo male o sono venuto a New York per scrivere la mia tesi?".
Eh si! Ricordo bene.
La situazione è che sono qua da quasi 3 mesi (tra 3 giorni) ma ancora non abbiamo neanche deciso l'argomento con Steve. Dopo un lungo periodo di rinvii, la scorsa settimana mi ha comunicato 4 o 5 argomenti di cui potrei occuparmi e sembra che stiamo convergendo su uno dei 5. Rimane il fatto che ancora non ho iniziato a lavorare su quella che sarà la mia tesi di laurea. Il mio relatore a Torino non ha mie notizie da più di 2 mesi.
La domanda sorge spontanea: "che diamine hai fatto fino ad ora?"
Steve continua a farmi lavorare su cose che poco riguardano gli argomenti che potrei dover trattare nella mia tesi. Durante i meeting settimanali discutiamo sempre sulle stesse cose ma i lavori che mi assegna sono sempre diversi. Sta andando a finire che ho fatto un bel pò di lavoro che né andrà a finire nella mia tesi e neanche ne discuteremo con Steve. Ovviamente non c'è da stupirsi se sono demotivato.
Ora, quest'argomento, che si sta delineando essere l'oggetto del mio lavoro di ricerca, nasce dal lavoro di un gruppo dell'Università di Manchester. In pratica loro si occupano di reti neurali e hanno utilizzato un tipo di codifica per le comunicazioni del chip. Io dovrei cercare di generalizzare questo codice, disegnare dei circuiti di supporto, simulare ed analizzare.
Sto iniziando e leggere qualche loro pubblicazione passata nell'attesa che ci inviino il loro ultimo lavoro.
Così finalmente potrò iniziare a lavorare anche io.

PS: Se il prof Furber dell'Università di Manchester legge questo post è pregato di accelerare i tempi di consegna del loro lavoro. Qua il tempo stringe!

2 commenti:

  1. marco dai su d morale....x te 3 mesi d lavoro sn come x qualsiasi altro ragazzo normale 12.....ricordo quando a palermo a casa mia, in soli 2gg ai preparato un lavoro e superato una materia e cn il massimo dei voti....e aggiungerei che tu hai dalla tua 1 altro fattore molto importante...ke riesci senza tanto sforzo a dormire solo 4 ore a notte.in bocca al lupo marco.....:-)....

    RispondiElimina
  2. Enzo sono finiti i tempi in cui riuscivo in quelle imprese :)
    Forse era quella casa dei misteri che mi dava la forza di studiare e dormire 4 ore a notte (non direi "senza sforzo" ahahah).

    RispondiElimina