venerdì 29 maggio 2009

Rockefeller Center

...a seguire dal post precedente.
La sera di quella stessa giornata, esco con Alessandro per un giro a Times Square (magari scriverò un altro post a riguardo). Tra la confusione dei fiumi di persone e le luci abbaglianti dei mega cartelloni pubblicitari (la Piccadilly Circus di Londra è niente a confronto) camminiamo senza neanche accorgerci dove stiamo andando. Ad ogni incrocio si da uno sguardo a destra ed uno a sinistra per decidere dove andare fin quando arriviamo sulla 48th street dove svoltiamo a destra, senza neanche vedere cosa ci fosse dall'altra parte, attratti da un qualcosa di spettacolare: il Rockefeller Center.

Il Rockefeller Center è un complesso di 14 edifici disposti su pianta ottagonale. Il GE building è il cuore del Rockefeller Center: un grattacielo di 70 piani, alto 266 metri (prima foto).


Nella Lower Plaza d’inverno viene installata una pista di pattinaggio sul ghiaccio di 800 metri quadrati (foto 2). Durante le festività di fine anno (secondo una tradizione inaugurata dagli operai che edificarono il complesso negli anni Trenta) viene inoltre allestito nella piazza il più grande albero di Natale di New York, un pino del Maine alto oltre 20 metri. Nel Rockefeller Center si trova anche la New York Experience, una sala dove, grazie a una particolare tecnica basata sull’uso di 45 proiettori e 16 schermi, lo spettatore, seduto su di una poltrona in grado di ruotare completamente su se stessa assecondando la proiezione a 360° di immagini della storia e dell’attualità newyorchesi (ci devo andare).

Molto interessante è anche la storia.
L’iniziativa di costruire questa sorta di città-grattacielo che avrebbe radicalmente trasformato il volto urbano di Midtown Manhattan partì dal petroliere e filantropo John D. Rockfeller jr. Questi aveva in un primo tempo previsto di utilizzare un’area di 10 ettari nel centro di Manhattan per installarvi la Metropolitan Opera (un teatro) e, a tal fine, stipulò, nel dicembre 1929, un contratto d’affitto di 24 anni con l’ente proprietario del terreno, la Columbia University!!! In seguito alla crisi economica e al crollo della Borsa Rockfeller cambiò avviso e, dopo aver fatto demolire, nel 1931, ben 228 edifici, diede il via alla costruzione di un complesso edilizio e commerciale. Il 1º novembre 1939 i lavori per la costruzione dei 14 palazzi in stile Art Deco del complesso erano terminati con successo. Nel 1985 la Columbia University cedette definitivamente il terreno su cui sorgeva il complesso al Rockefeller Group per 400 milioni di dollari. A partire dalla fine degli anni '80 diversi proprietari si susseguirono: tra i tanti, nel 1996 la proprietà passò a una cordata comprendente anche il nostro Gianni Agnelli. Nel 2000 l'ultimo passaggio di mano: una società ha acquistato i 14 edifici originari per 1,85 miliardi di dollari.

Vi parlo dell' Empire State Building nel prossimo post. Ora vado a letto che sono stanco, anzi distrutto per la partita di calcetto.

PS: domani in programma ho il giro in bici a Central Park!!!!!

1 commento:

  1. Bello il racconto, chiaro, interessante ed è ben descritta l'attrazione, grazie.
    L'ho linkato anche su Trivago una comunità di viaggiatori,così lo leggeranno anche altri viaggiatori

    RispondiElimina